I Dieci Comandamenti della Bibbia e i nove della Chiesa Cattolica (2° comandamento l'idolatria)

Pubblicato il da Eurus - il vento del Sapere

Per chi è Cristiano il rispetto dei dieci comandamenti sta alla base della propria fede. Il rispetto di questi, infatti, darà loro la possibilità di ottenere la remissione dei peccati e la vita eterna. Poche persone sanno però che i comandamenti riportati sulla Bibbia sono dieci mentre quelli che la Chiesa Cattolica insegna al Catechismo sono solo nove!!!. Ormai notizie del genere non ci sconvolgono più, siamo abituati alle omissioni introdotte dalla Chiesa Cattolica su quella che loro considerano la parola di Dio. Sembra quasi di cadere in un assurdo immenso. I credenti devono assoggettarsi a una rivisitazione (corretta da uomini) della parola di Dio? Ritornando ai comandamenti è bene precisare che il secondo è stato letteralmente cancellato, e dal decimo ne hanno ricavato due "pezzi", per coprire il vuoto. Così, ora il secondo è in realtà il terzo, il terzo è il quarto, e così via.
Vediamo i "dieci" comandamenti secondo il Catechismo cattolico.

Io sono il Signore Dio tuo:
1. Non avrai altro Dio fuori di me.
2. Non nominare il nome di Dio invano.
3. Ricordati di santificare le feste *.
4. Onora il padre e la madre.
5. Non uccidere.
6. Non commettere atti impuri.
7. Non rubare.
8. Non dire falsa testimonianza.
9. Non desiderare la donna d'altri.
10. Non desiderare la roba d'altri.

[ * Nota sul terzo comandamento - La Bibbia non dice "le feste", ma "il giorno del riposo", "il settimo", ossia la nostra domenica ]

Ora vediamo i dieci comandamenti SECONDO LA SACRA BIBBIA, la Parola di Dio.
Esodo 20:2-17:

1) "Io sono il Signore, il tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d'Egitto, dalla casa di schiavitù. Non avere altri dèi oltre a me.
2) Non farti scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra. Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il Signore, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l'iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso bontà fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.
3) Non pronunciare il nome del Signore, Dio tuo, invano; perché il Signore non riterrà innocente chi pronuncia il suo nome invano.
4) Ricordati del giorno del riposo per santificarlo. Lavora sei giorni e fa' tutto il tuo lavoro, ma il settimo è giorno di riposo, consacrato al Signore Dio tuo.
5) Onora tuo padre e tua madre, affinché i tuoi giorni siano prolungati sulla terra che il Signore, il tuo Dio, ti dà.
6) Non uccidere.
7) Non commettere adulterio.
8) Non rubare.
9) Non attestare il falso contro il tuo prossimo.
10) Non desiderare la casa del tuo prossimo; non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo bue, né il suo asino, né cosa alcuna del tuo prossimo"

Shur Destiny

Commenta il post