Autonomia energetica per un'isola danese

Pubblicato il da Eurus - il vento del Sapere


091127-Power-Samso

Gli abitanti di Samso, un'isola della Danimarca, hanno già visto il futuro che ha un vago odore di paglia.
Senza semafori e con poca illuminazione stradale, una sala cinematografica, poche auto in circolazione e ancor meno autobus, tranne che durante l'estate quando migliaia di turisti moltiplicano la popolazione che si aggira intorno alle quattro mila unità, questa è Samso.

Tuttavia Samso ha un primato: ha già completato un'esperimento che dura da dieci anni per verificare se l'isola può considerarsi autonoma dal punto di vista energetico. Gli isolani, grazie a generosi contributi provenienti dallo Stato, si sono industriati ad erigere turbine eoliche e ad installare 

centrali termiche, che usano la paglia come combustibile, per riscaldare le loro solide case di mattoni, oltre a piazzare qua e là pannelli fotovoltaici per creare elettricità con la scarsa luce del sole che illumina l'isola.


samso-copia-1

Per gli esperti di energia, il calcolo energetico corretto è la densità di energia, cioè il totale di energia prodotta per ogni unità di superficie, che dovrebbe essere almeno di 2 watt per metro quadrato. Gli abitanti di Samso hanno raggiunto questo traguardo; ottenere lo stesso risultato nel Bronx, che ha le stesse dimensioni dell'isola, ovviamente sarà molto più difficile. 


CRONOS 

Commenta il post